Cristalleria

C’è qualcosa che è incomprensibile nella modernità. L’amore esotico per il non conosciuto non deve essere scherno per chi dedica Vita alla Ricerca Vera. Quella che ha il solo compenso della Verità. Però è comodo credere che certe cose siano salvabili e molto facili da ottenere. Come la Cristallo-coseria. Che non sei tu che scegli ma è la pietra che sceglie te. E ti cura amorevolmente. Dicerie comode al mercato e alle tasche di chi svuota miniere per fornire l’occidente di poetiche perversioni. Alla fine è difficile capirne il senso. Con tutta la buona volontà. Perchè se vi è una predisposizione per alcuni minerali ad aiutare energeticamente ma non solo, l’uomo in disequilibrio, questo lo sanno quelli che hanno studiato. Imparato. Appreso. L’uso errato delle terapie fa danni quanto l’uso sbagliato di un medicinale. In tempi e modi diversi. E l’abuso è un’abile conseguenza. Senza esagerare, due piccole ed uniche considerazioni.
Pulizia della pietra. Se usiamo una pietra senza mai pulirla è come se fumassimo in una stanza chiusa, pretendendo di respirare aria buona. Intossicazione possibile e inutile a cui si incorre per mancanza di conoscenza. Le pietre, cristalli e non, vanno lavate nell’acqua fredda, meglio se a bagno con il sale. Poi usate ancora. La pulizia è sempre importante.
Una cosa per volta. Usiamo una pietra sola ma cercando la Via giusta per aiutarci. Solo uno sciamano sa farsi scegliere dalla pietra. Perchè è un canale aperto, libero dalle interferenze. Ma noi, comuni e alla ricerca, che libertà abbiamo nell’ascolto? Meglio documentarsi con un libro. In Rete (internet) si trovano milioni di parole sulle pietre. E poi perchè non farsi aiutare da chi magari ha studiato meglio di noi la questione?
Infine. Una pietra, cristallo o no che sia, può aiutarci, è vero. Ma il primo aiuto arriva dalla nostra Volontà. Muoversi verso la direzione della risoluzione è senza dubbio più utile e veloce a qualsiasi questione.

MaYa