Punto di appoggio


Il reale per concretizzarsi ha bisogno di un punto di appoggio quindi di una forma di allineamento che consenta il passaggio di quell’energia focalizzata verso il creare.
E’ quel punto che consente l’inizio del movimento/spostamento in grado di generare il cambiamento ovvero la nuova percezione del proprio essere (quindi del reale).
Nell’individuo il punto di appoggio materiale è nel piede, nella sua pianta dove le terminazioni nervose sono recettive del suolo (energia/magnetismo/flussi) e dell’individuo.
L’incontro tra le due forze genera lo squilibrio o l’equilibrio e quindi un movimento diretto a quel risultato.