La conoscenza va "mostrata"

I percorsi di apprendimento devono usare una procedura che guida gli individui a conoscere strumenti nuovi, con i quali possono giungere ad altra conoscenza.
Il rischio è sempre quello che intervenga quella che viene definita come obesità concettuale che deriva dalla presenza di due fatti fondamentali.
Da una parte deve esserci la presenza di una persona avida di riconoscenza che vende la conoscenza e dall’altra la persona avida di conoscenza che acquista la stessa in cambio dell’elogio.
Il meccanismo di scambio si basa sulla vanità.
Questo avviene sempre qualsiasi sia la moneta con il quale si paga. Potreste scambiare la conoscenza per denaro, per prestigio, per onore o per fatti che volgono verso l’elogio della personalità. Ogni moneta sarà buona per questi avidi e chi è avido di conoscenza, saprà pagare.
Si tratta di similarità ma spesso si deve intraprendere questo percorso per capire che la conoscenza non può essere acquistata ma solo mostrata.