Preparazione all’equinozio di primavera

Immagine

In questi giorni possiamo iniziare a lavorare per il momento dell’equinozio attraverso un esercizio sui kan fondamentale che a me piace molto e che ha sempre trovato molto affetto in tutti quelli che l’hanno fatto: l’angelo o la spada. 

L’esercizio è apparentemente molto semplice ma in grado di muovere molta energia. Potrete farlo la sera e la mattina per qualche minuto. In casi di tensione emotiva o di necessità di uno sblocco, farlo fino a miglioramento. 

Immagine

La partenza è con le gambe leggermente divaricate e le braccia elevate sopra la testa, tese come se fossero una spada. Si inspira profondamente, cercando di concentrare l’energia attorno alle braccia che significa sentire l’aumento della forza, calore, energia nelle braccia. Quindi si scende con determinazione e precisione verso il basso, come se si volesse aprire un ipotetico involucro che avvolge l’essere come in un bozzolo. Nel discendere si espira profondamente, mentre le piante dei piedi restano salde sul piano terreno per dare equilibrio nella forza del movimento. Quindi si risale verso la posizione di partenza in un terzo movimento che è di pausa e di distensione delle braccia verso l’esterno, come se si disegnasse un cerchio per tornare nella posizione di partenza.