Legge dell’Attrazione (LOA)

Attrazione e Desiderio : Sistema CRE17

Nell’ambito degli studi sull’attrazione, come ho già riflettuto più volte [1] per generare un magnetismo adatto all’attrazione materiale di quanto desiderato, non è solo necessario non desiderare senza ambito emotivo contrapposto (quindi con paura). Infatti, spesso perché l’energetica dell’individuo è interferita da molti altri fattori. Alcuni di questi sono costruttivi della sua realizzazione (anche il karma rientra tra questi), altri hanno un aspetto distruttivo che non fa che disorientare il movimento disperdendo quindi quell’attrazione necessaria a materializzare l’evento.

Studiando la direzione energetica ho potuto verificare come sia lo spostamento di questa direzione in relazione all’obiettivo prefissato a rappresenta quella dispersione che non permette di raggiungere lo stesso. È come se, perdendo il controllo di una strada, vagassimo nei campi intorno senza riuscire a rientrare nel percorso che ci eravamo prefissati oppure rientrassimo in strade secondarie che non ci portano a realizzare quell’obiettivo ma altri aspetti o surrogati.

Per rientrare nel percorso possiamo fare due cose. Uno è acquistare consapevolezza attraverso un lavoro interiore che ci consenta di capire meglio i nostri strumenti di navigazione e quindi usarli meglio. L’altro è quello di acquisire dei “correttivi” che ci permettano di focalizzare meglio la direzione, mappare il territorio, verificare il percorso, ritornare sulla strada.

Specifico ancora che non esistono scorciatoie o modi migliori ma predisposizioni per cui un metodo sarà più accessibile di un altro. Ad esempio se c’è un eccesso di energia mentale, il primo metodo potrebbe rilevarsi lungo e complicato. Sarà l’agire a portare l’individuo a dedurre un errore nel suo comportamento e non viceversa.

Parlando del secondo metodo, che è quello certamente più energetico, vorrei esplicare ancora qualche considerazione. Certamente la direzione può essere corretta attraverso “qualcosa” che sarà identificato nell’analisi energetica dell’individuo in relazione all’obiettivo, ma lo stesso correttivo potrebbe portare ad evacuare il pensiero del desiderio oppure variarlo proprio perché è un correttivo ed ha come unico scopo di riposizionare l’orientamento dell’individuo affinché egli giunga alla piena realizzazione.

Una tecnica per considerare questo correttivo energetico cosmico è basato sulla tecnica del CRE17 che è ancora in fase di sperimentazione. Se vuoi partecipare alla sperimentazione puoi scrivere una mail a info@energiamaya.com. Ti verrà inviato un foglio informativo per l’eventuale accesso al gruppo.

Giuseppina Bruno

[1] vedi articoli su sito http://www.energiamaya.com