Ce la farai, io non ti abbandonerò

carta del padre del universo

La preparazione per il Nuovo Tempo richiede molta forza interiore e la liberazione da quei pesi immensi che affondano il valore dell’Umanità nella miseria delle basse vibrazioni. Occorre allora ritrovare quella Speranza che possa di nuovo elevare i sogni ed il pensiero, per giungere infine a comprendere che ogni possibiltà può essere considerata nel volere di una scelta ritrovata.

La velocità con cui si muove il mondo non è percepita dalla mente che non vuole distaccarsi dal movimento del momento.
Eppure il momento perdura nell’Eterno che raccoglie ogni possibilità mostrata, in quello che è stato e in quello che sarà.
Dovrai porti sempre nella semplicità per poter operare il distacco, ma ci saranno eventi che aiuteranno questo movimento che è necessario perché si acquisti il punto di percezione esatto.
Perché nulla esiste se non è dato nella percezione.
Ma ora dovrai chiedere quale sia il tuo percepire, perché quello sarà il valore dell’esistere che ti sarai dato. Quello che non hai osato verrà restituito all’Universo.
Per questo tu aumenterai la tua percezione attraverso quei metodi che riterrai facili per la tua comprensione ed il tuo essere.
Molti sono venuti a mostrare l’esistenza delle cose che non si potevano chiamare. Alcuni le hanno chiamate ed allora sono divenute reali ma esistevano già prima per quei fratelli che le usavano senza saperle chiamare.
Per questo ti invito a riflettere sulla libertà che puoi avere nel concederti all’esperienza della Vita.
Lascia che ti venga offerto l’immenso e non limitare il tuo ascolto a un tempo finito.
Molto sarebbe quello che potresti perdere tu ed ogni fratello che vive con te.

(Tratto da “Dentro un fiocco di Neve”)