Possiamo ancora credere?

Verso la fine del mese, la quadratura di Marte e Urano con il grande/piccolo Plutone, trasporterà gli eventi verso una dimensione infuocata, improvvisa e instabile. Recuperare l’interiorità è più adatto che farsi prendere dal panico ma spesso è la reazione più ignorata, non per difficoltà. Restiamo coinvolti in situazioni che seppure ci appartengono sono figlie di un passato che cerca di trattenere i cambiamenti con il suo colpo di frusta che arriva da lontano ma noi ora siamo nel presente e viaggiamo verso il futuro. Si tratta di scegliere se preferiamo rinunciare a credere trattenendo le sovrastrutture del passato che stanno crollando come castelli di sabbia o continuare a credere, in noi, nell’umanità e lasciare che l’inutile venga trascinato dal colpo di frusta inevitabile.

Per scegliere occorre avere fermezza, più che serenità, comprensione di quello che è realmente importante per noi, difendendo la Vita, la speranza con Amore. In questi ultimi giorni di novembre, il movimento sui kan del fiore di loto ci guida verso il solstizio invernale.