Dov’è Saturno?

L’inizio dell’anno è condizionato fortemente dalle previsioni e dagli oroscopi che in un certo modo, finiscono per influenzare chi li ascolta. Saturno sembra essere il pianeta che stabilisce comunque una divisione tra chi dovrà passare un anno senza stelle a differenza di chi, con l’opportunità di Giove, potrà godere di almeno “5 stelle”. La differenza è chiara a chi mastica un po’ di astrologia classica ma chi veramente conosce l’astrologia si dovrebbe chiedere “Dov’è Saturno?” più che ridursi a calcolare quando Saturno transiterà sul proprio Sole di nascita.

I flussi energetici non sono qualcosa che viviamo in scatole chiuse, senza sinergia con l’intero Cielo e l’influenza del sistema solare. Pensiamo ai transiti come una formula chimica che danno ogni volta un elemento diverso. Chiaramente alcuni ci potranno piacere di più, altri di meno ma questo è soggettivo o sociale? Certo, i diamanti piaceranno sempre più del carbone ma se noi fossimo al freddo, avrebbe più valore/piacere il carbone. Un altro aspetto è considerare che comunque qualsiasi pianeta influenzerà il nostro Cielo: Saturno avrà una relazione buona o meno con qualche tuo pianeta di nascita, come ogni altro pianeta. Per paradosso, il Saturno sul Sole di nascita potrebbe rivelarsi una posizione più positiva rispetto a un Saturno che transita su altri pianeti del nostro tema natale. Ma per capire questo bisogna immaginare che il quadro natale, come mantra vivo, sia la rappresentazione di quella chimica-cosmica che ha determinato la nostra esistenza. Aprendo la mente e governando quell’energia mentale che ostacola il nostro cammino e ci priva di attivare e vivere di quell’energia divina che è in noi, quei talenti e quelle qualità che ci rendono figli del Creato e capaci di tutto (quello che è nelle nostre possibilità).

L’Astrologia non ha nessun significato se non si comprende la nostra natura spirituale, eterica, energetica (non meccanica ma quantica). Troviamo quel significato nuovo, più libero nell’Astroenergetica, capace di risolvere i conflitti dei cattivi transiti nel concetto di attivazione planetaria.

Guida Astroenergetica 2016