Dall’emozione all’intenzione (15-23 ottobre)

Questi giorni saranno determinanti degli accadimenti dei prossimi tre mesi, più o meno fino alla fine di questo fatidico anno. Ho già scritto nella presentazione di ottobre l’attenzione che bisogna apportare a questo momento (leggi articolo).

Sicuramente è arrivato il tempo di lasciare andare quello che non ci appartiene più per intento più che intenzione, perchè forse, distratti dalla pressione emotiva, potremmo ricrederci sull’esigenza di salvare e proseguire alcuni rapporti, progetti, percorsi.

Durante queste giornate (fino al 23 ottobre) una grande tensione può creare una forma di sviamento importante ma, dopo averlo capito, è necessario trovare una forma di risoluzione perchè quando si tratta di emozioni non è così facile avere autocontrollo, volontà e disciplina. Propongo per questo un esercizio secondo la disciplina sui kan che seguo da oltre 10 anni e che ha dato ottimi risultati nella pulizia emotiva.

Si parte con le braccia lungo i fianchi, quindi inspirando si tirano su le braccia per batterle forte nei tre punti segnati (sopra la testa, sul cuore e sulle ginocchia) buttando fuori l’aria. Quindi inspiro in un percorso circolare (cioè senza fermarsi) e riprendo il movimento. Si tratta di un movimento aerobico che scarica velocemente la tensione emotiva e permette una migliore riflessione anzichè un azione compulsiva, riuscendo a ritrovare intenzione e una migliore capacità nel focalizzare la migliore soluzione che possiamo operare.

 

Guida Astroenergetica, ultima onda