Chiamati all’azione (ottobre 2016)

L’alleggerimento della pressione che avverrà nella decade finale del mese di ottobre, dovuta al movimento calante della Luna e allo spostamento di Marte dalla congiunzione con Plutone in Capricorno e dell’arrivo di una nuova importante congiunzione tra Venere e Saturno in Sagittario, ci porterà ad esprimere più radicalmente la nostra volontà.

C’è un moto di ribellione che tende a esprimersi in “chiamate all’azione” di altre parti, perchè in un certo modo ci sentiamo privati di forza e sostegno e non osiamo fare ma sicuramente osiamo comunicare (opposizione tra Mercurio gentile in Bilancia e Urano genio di improvvisazione e impulsi in Ariete).

Per cambiare il mondo dovresti cambiare te stesso ma per cambiare te stesso devi cambiare il mondo.

C’è un argomento molto importante che si sta esprimendo in questo ultimo periodo e che sarà fondamentale comprendere durante il prossimo anno solare (dopo il solstizio). Per questi motivi ho scelto di dedicarmi alla Guida Astroenergetica attraverso articoli periodici, abbandonando temporaneamente la strada della pubblicazione. Penso che sia importante arrivare a più persone possibili e voglio dare il mio contributo a questa possibilità di cambiamento in termini di “azione”. E’ importante capire questa differenza, per evitare che l’eccesso di energia diventi degenerazione nelle relazioni, nel benessere, nei progetti.

Riconvertire quel senso di ribellione in uno stato di fattiva collaborazione tra mente e azione nella consapevolezza che denunciare non è lamentarsi. Considero molto importante l’etimologia di ogni parole che ci permette la riappropriazione del senso del logos (parola, comunicazione). Denunciare è composto da DE ( compiersi dell’azione) e NUNTIUS (novella). Abbiamo quindi un movimento fisico che segue a una conoscenza che va espresso secondo la nostra creatività, unica come siamo unici tutti per la nostra singolarità. Ho già detto come lo stimolo cosmico ci stia allontanando dai “guru”, dai “divi” e dalle “divinità” per riportare il valore di noi stessi nella comprensione che ciascuno di noi è pieno dell’Amore del Creatore. Riscoprire il Sacro Fuoco che in noi dimora attendendo il suo momento compie la speranza per il mondo intero.