Dalla paura alla rivelazione

Durante il mese di novembre la tendenza a nascondersi, come reazione a quanto successo nel mese precedente, porta a creare una durezza, una corazza che è di ostacolo alla percezione e a quella vulnerabilità naturale che porta con sé un ascolto interiore non condizionato dal giudizio o dalla paura. Ed è proprio la paura che agirà durante questo periodo e che dovrà guidare le persone (individualmente e collettivamente) verso la comprensione di quelle situazioni o esperienze che sono da rivedere, reimpostare perché non più sostenibili nel vecchio modo.

(Guida Astroenergetica)

E’ sempre più evidente il forte cambiamento che interverrà nei prossimi anni. Stiamo volgendo verso una vera e propria capitolazione del vecchio sistema babelico che sta rivelando tutta la sua insostenibilità. Ma non è così semplice realizzare il cambiamento.
Tanti si stanno adeguando verso una forma di pregiudizio molto ampia, altri pretendono aiuti e appoggi per raggiungere i loro obiettivi. Abbiamo una posizione molto elettrica che però ci consente di riflettere dal punto di vista spirituale. Novembre sarà un mese indicato per questi obiettivi, molto meno dal punto di vista materiale.

Un consiglio utile è di allontanare definitivamente quelle persone che approfittano di noi, attraverso tecniche di manipolazione di cui neppure loro sono consapevoli. Alcuni anni fa ho scritto un libro sul “vampirismo energetico“, per comprendere attraverso una chimica energetica se e quanto sia possibile questo fenomeno. In questi giorni riflettevo che mai come ora il vampirismo è visibile come una grave e diffusa malattia. La forte manipolazione che ha agito in noi attraverso ogni strumento di comunicazione, ha dato il suo meglio attraverso i social network, creando un sistema di incomunicabilità e di perversione sociale che ha dell’incredibile. Questi dati sono tutti immessi in un elaboratore unico, che oltre a monitorare i flussi, li guidano come il pifferaio magico, in una direzione “mortale”.

La congiunzione di questi giorni tra Mercurio-Sole-Lilith nel segno dello Scorpione dà grande significato al possibile risveglio che toccherà ogni persona. La figura dello Scorpione ci parla di paura: nel cristianesimo simboleggia il tradimento di Giuda che attraverso quel dolore giungerà alla consapevolezza, rappresentando quindi la trasmutazione. E’ questa la fine del mondo che aspettiamo: il cambiamento.

Quel che il bruco chiama la fine del mondo, il Maestro lo chiama farfalla
(Richard Bach)

E’ nella profondità delle acque (emozioni) di questo segno che la consapevolezza potrà trovare varco nella nebbia dell’illusione di questo mondo per illuminare la paura di conoscenza, ispirazione, movimento vitale.