2012: Previsioni e Profezie

2012 è una parola-simbolo che ha generato sicuramente molto business per una cerchia di persone che credendo o meno alle profezie che davano, hanno scritto libri, fatto corsi e giornate dedicate all’argomento. Per quanto mi riguarda, essendo la mia preparazione essenzialmente energetica, ho previsto che gli anni che vanno dal 2006 al 2025 quando Plutone entrerà nel segno dell’Aquario porteranno significativi cambiamenti a livello globale sopratutto nell’organico e nella struttura della gerarchia terrestre (potere – denaro – spirito).
Questo transito ha già segnato un passaggio fondamentale nella prima metà del 1500 segnando alcuni cambiamenti epocali che poi sono sfociati Rinascimento, nelle riforme religiose, in quella visione di nuovo che è passato attraverso il travaglio del vecchio. Non è forse questo che oggi possiamo definire “fine del mondo”? Molti (studiosi, personaggi?) hanno già dal 2000 iniziato a profetizzare di un legame tra la fine del calendario Maya e l’arrivo della fine del nostro Mondo. Dalle profezie si erano previste quindi: tempeste solari, inversione dei poli magnetici, arrivo di meteoriti giganti, pianeta X o Nibiru da una parte, dall’altra invece guerre civili, terza guerra mondiale (se non è già stata attuata), realizzazione del NWO (ordine mondiale) e eliminazione controllata della popolazione per raggiungere la riduzione al numero che consente l’equilibrio con la natura (vedi guidestones della Georgia).

Tutte queste argomentazioni possono essere reali o possibili nel reale, tuttavia resta accanto la possibilità di creare una dimensione di vita che deve proseguire nella sua reale possibilità. Per questo la previsione deve poter essere anche della realizzazione di quel cambiamento epocale attraverso il quale ogni energia cosmica e planetaria sta cercando di guidare non l’uomo ma l’umanità, per il recupero della specie nella sua natura principale che è quella “umana”. Ma qual’è la natura umana?
Abbiamo dimenticato i termini principali della nostra venuta qui sulla terra e ci siamo alienati, utilizzando una dose eccessiva di illusioni e menzogne e concentrando l’attenzione su due poli che da una parte sono utilizzati per creare una forma di vampirismo energetico a cui ogni essere è interconesso (il polo mentale) e per riequilibrare le forze, l’utilizzo distruttivo della sessualità ci ha portato verso la de-creazione dell’umanità. Questo è reale, tangibile ed osservabile dovunque, anche in quei piccoli centri che una volta erano preservati per arretatrezza, una qualità che oggi non è più in grado di schermare la rete di destrutturazione umana.Tuttavia è possibile invertire il movimento di destrutturazione in uno sforzo di riappropriazione della propria unità. Questo non può avvenire senza sacrificio o fatica, è un lavoro estremamente faticoso. La mente è stata fortemente destabilizzata anche dall’intervento di nanotecnologie che agiscono sui centri della memoria e della volontà evolutiva.
Ma ogni essere ha un imprinting divino che è superiore per energia e forza a qualsiasi tecnologia. Questa è la differenza che deve portare ogni persona ad agire sulla conoscenza e non sulla paura e sul terrore ovvero sull’intensificazione di quell’energia del polo mentale che già è già a un punto critico.
Molte previsioni sono state condotte poi nella menzogna di una predizione o di messaggi di cui nessuno si è preso la responsabilità diretta, preferendo passare attraverso quelle forme di channelling di cui parleremo domani sera. Non dimentichiamo la responsabilità del pensiero energetico, la forza che ha ogni nostro pensiero sul campo dell’azione e soprattutto non dimentichiamoci del nostro personale e unico imprinting divino.

Usa la forza, segui l’istinto. Non permettere che la paura oscuri la tua dimensione di vita possibile.

Esercizio sui kan consigliato : La spada 

www.energiamaya.com

Prossimi appuntamenti

Astrologia e Astroenergia: il caso dei gemelli