Una cosa per volta

Si apre un periodo dalle grandi prospettive pratiche, già anticipato nelle premesse dei movimenti planetari del periodo passato. L’alta concentrazione di unioni cosmiche di questo periodo, creano la sensazione che ci sia “troppo” insieme alla consapevolezza delle tante rivelazioni che accompagnano questi giorni.

Il modo di reagire può essere di restare bloccati sul movimento creativo che è quell’agire consapevole, che ti spinge a fare le cose utili, più importanti, affrontandole una per volta e non tutte insieme. C’è bisogno quindi di scegliere nell’individuare e non certamente nel lasciarsi travolgere da troppo e tutto.

Consiglio a tutti vivamente di ritagliarsi uno spazio di riflessione, esercizi, vuoto, dove recuperare quella capacità di distanziarsi da un flusso informativo (ed emotivo) che sta sempre più prendendo piede, spingendo l’umanità ad avere l’ultima sensazione che è l’ultimo tweet, l’ultimo post, l’ultima cosa detta. In questo modo la storia si è andata a consumare, non lasciando tracce di esperienza nella nostra conoscenza e guidati eccessivamente dall’emotività non possiamo essere in grado di cogliere la vera opportunità che il mondo e l’energia ci stanno offrendo in questo periodo.

Ho già consigliato più volte una certa distanza dai social perchè credo che siano il vero problema di questo periodo, dove la disinformazione ufficiale sta ostacolando la vera informazione con una tecnica manipolativa mista che è sicuramente in grado di portare a casa i suoi frutti. Siamo troppo coinvolti in sistemi che sono distanti dal curare la nostra vera natura e questo non può che danneggiarci perchè ci porta a disintegrare il nostro corpus psichico che protegge la nostra identità e la nostra salute energetica.

Abbiamo due assi fondamentali che si muoveranno in questo periodo sui quali gravita gran parte dell’energia planetaria. Da una parte l’unione tra l’energia maschile e femminile cioè tra le due polarità fisiche-materiali porta a distanziare i poli fisici, guarendo alcune disfunzioni energetiche che sono state più provocate che determinate da problemi emotivi. Dall’altra prosegue quel movimento di sogni lucidi che può portarci a concretizzare consapevole conoscenza al di là dei ragionamenti soprattutto quando il nostro pensiero (come spesso capita) è concentrato troppo sulla parte rettile del nostro cervello, creando confusione, dissonanza cognitiva naturalizzata e interiorizzata in ogni nostro comportamento.

Quando le persone si svegliano dal torpore dell’illusione e si guardano intorno possono restare scioccate da quello che vedono. Questo è un segno di risveglio che non va soffocato con la paura e il timore di scegliere e iniziare a percorrere una strada di liberazione, non solo per se stessi ma per l’umanità intera. Infatti il movimento di ribellione sociale che è iniziato con i transiti del 2015 è volto nelle due direzioni della nostra vita personale che poi si riversa nella vita collettiva, di tutti gli abitanti del pianeta. Non bisogna aver paura di quella diversità che oggi appare come “invisibilità”. E’ proprio l’essere invisibili che ci permetterà, come dei virus di ristabilire una massa critica vitale.

Il consiglio per questo periodo è di prendere una cosa per volta, non ignorare quello che vediamo e ci disturba perchè segnale di risveglio e di saper sempre prendere un momento per noi, anche solo di qualche minuto al giorno, disconnettendoci dal flusso informativo che in maniera sempre più aggressiva si sta impadronendo delle nostre opinioni.

Fiore di Bach consigliato  HORNBEAM – Fiore n. 17

Sui kan consigliato – per ansia Fiore di Loto, per apatia e blocchi L’angelo con la Spada

livelli di energia di marzo e aprile