I giorni della profondità

Come avevo anticipato durante questo periodo un basso energetico importante discende sulla nostra dimensione. Per chi ancora non è pratico di livelli energetici, spiego che il basso è un’occasione importante di nutrimento energetico ma, presentandosi in grande quantità, genera una sorta di oblio o agitazione (diversi effetti a seconda della personalità).

Sono sempre più critica verso i social network perchè sono riusciti a manipolare gli uomini verso la superficialità, il mancato approfondimento, l’immaginazione che non è apertura dei nostri sensi sempre più sviati dalla visione globale. L’effetto è di risultare facilmente trasportabili nelle opinioni, prima di tutto ma anche nelle abitudini, diminuendo la nostra capacità di creazione e di azione verso quel cambiamento che tutta l’umanità deve fare ed è pronta a fare.

So che molti di voi hanno un grande cuore, sono consapevoli dei problemi ma più di tutto ora è necessario avere consapevolezza della capacità che abbiamo tutti di creare e di fare qualcosa di diverso.

Ritrova il km zero in tutto quello che fai, che hai, a cui tieni.

Utilizziamo questi giorni per approfondire quello che è vicino a noi. Il Km zero così di moda nell’alimentazione, diventi la regola dei nostri affetti, della nostra qualità di vita, del nostro amore. In questo modo, l’immaginazione diventerà sensibilità, apertura di quei centri di energia che ti permetteranno di vedere quanta menzogna è presente in quello che pensi di sapere e sarà dalla menzogna che potrai ripartire con coraggio verso la Verità.