Analisi astroenergetica (caso 2)

Per le premesse rimando al primo caso analizzato (caso 1).

Anche in questo caso l’energetica bloccata riguarda la personalità.
L’energia che manca nel quadro è relativa al Sole e Venere, Giove e Plutone. Abbiamo uno stato di salute non ottimale dal punto di vista della rigenerazione (Sole-Plutone) che si esprime soprattutto riguardo al sistema linfatico (Giove) e un’apparente scarsa giovialità, ottimismo e buon umore. La mancanza di Venere è anche l’incapacità di vivere il proprio lato affettivo, come se si fosse negata l’esperienza dell’amare sul piano delle relazioni degli altri e di se stessi.
Certamente il legame con la Terra rappresenta il punto di forza dell’individuo che si esprime nella praticità con cui sa cavarsela nelle situazioni materiali ma anche nella presenza fisica sul piano della realtà. L’espressione di questo legame è un talento che guida la persona verso la sua realizzazione e che lo rende celebre tra le persone che possono fare riferimento a lui per questa sua qualità di praticità. Dall’altro punto di vista questa sua apparenza differente rispetto a quello che è il suo mondo interiore, lo rende poco intuitivo all’interno dei rapporti della famiglia e questo si presenta molto evidente come un karma che arriva a portare un blocco nell’avanzamento sociale, perchè quell’ombra che si crea nell’ambito familiare porterà oscurità anche nelle relazioni esterne.

Nel prossimo periodo lo sviluppo dell’aspetto percettivo potrebbe quindi ristabilire un giusto legame con se stessi e con gli altri, considerando anche che è già presente un senso di responsabilità morale, etico, che porta a vivere la giustizia all’interno del proprio agire, spesso contrastata dalla mancata comprensione di quello che è il suo fine. L’ultimo consiglio che viene dal tema è di riflettere sulla possibilità di trovare un’agire differente rispetto al passato, lasciando quei modi di fare che hanno rappresentato una grande sicurezza per l’individuo ma che nello stesso modo l’hanno bloccato su un percorso sterile che non porta più nutrimento per la sua conoscenza.

Questo quadro ci indica una resistenza vero il bello e il facile che spesso è indice di un blocco che ha radici profonde e antiche. Il fatto che manchi il Sole di per se non è grave perchè spesso quando non si vive la propria personalità per timore o per confusione, il sole non viene assorbito dalle persone. Generalmente si tratta di una situazione dove vi è un eccesso mentale (la mente esclude la vera personalità per includere la sua interpretazione dei fatti!) e quindi una buona pratica di meditazione, rilassamento è già sufficiente a ridurre il blocco. L’urgenza di questo tema è sicuramente l’amore, l’amare, l’essere amati. Il vivere una situazione affettiva di piacere e di serenità che porti l’individuo a integrare l’energia esclusa e recupere il nutrimento affettivo globale della sua unità individuale.

Dal momento che si tratta sempre di dinamiche emotive intense e per alcuni versi occulte, l’utilizzo della floriterapia è sempre consigliabile, testata sul quadro astroenergetico o sui blocchi evidenziati.

www.energiamaya.com