La Vena del Drago & la T A V


 
Stasera su Radio Energia parliamo di un argomento energetico che presenta implicazioni importanti con una nota vicenda socio-economica che vede protagoniste le persone come popolazione in difesa del territorio contro un potere invisibile ma con il pugno di ferro sulla vicenda Tav.
Sembrerebbe quasi un romanzo fantasy, la visione del Drago che si scatena per opera maldestra dell’uomo che non comprende le leggi della natura.
Quando togliamo qualcosa alla terra, dobbiamo anche restituirle qualcosa. Noi e la Terra dovremmo essere compagni con uguali diritti. Quello che noi rendiamo alla Terra puo’ essere una cosa cosi’ semplice e allo stesso tempo così difficile come il rispetto. 
Sappiamo che intorno al pianeta è presente una griglia energetica che genera spazi triangolari o fette di territorio e che questa è riferibile già in tempi antichi per cui l’energetica del territorio era benefica o nefasta per gli uomini.  Pensiamo al triangolo delle Bermuda ma in senso benefico anche ad altri siti storici dove sorgevano grandi monumenti di carattere generalmente spirituale.
Questa griglia è formata dalle Vene (linee) del Drago ed una di queste che andiamo ad anlizzare stasera è quella di michele che partendo dall’irlanda svolge la sua potenzialità fino a Gerusalemme.
Ovviamente ognuno di questi triangoli viene suddiviso in aree minori ed una di queste aree di cui ci interessiamo nella discussione di stasera è quella della Linea di San Michele.
 Interessante è capire le implicazioni che ha con la TAV e cosa comporta dal punto di vista energetico e non solo la realizzazione di questo progetto dal punto di vista dell’impatto sul territorio e delle conseguenze psichiche e spirituali sulla popolazione.
In una prossima puntata affronteremo ancora il discorso sulle ley lines ed in particolare il loro presunto legame che c’è con le scie chimiche.

La trasmissione sarà presente in archivio nei prossimi mesi quindi è ascoltabile DA STASERA ORE 21.30 fino a quando non verrà eliminata automaticamente dal gestore del canale. In ogni caso è possibile richiedere la messa in onda in replica. Grazie.