Mercurio, seconda fase (luna nuova 28/12/2016)

Mercurio è un’energia molto importante per la crescita evolutiva di ogni creatura senziente. Nel firmamento geocentrico dopo Sole, Luna e Marte (Luna e Marte per la cultura anglosassone), Mercurio risveglia intelligenza e coscienza di sè nel mondo. La Luna rappresenta la nostra componete femminile nell’Anima che nella profondità e oscurità dell’inconscio proietta lo scopo dell’esistenza attraverso le emozioni;  il Sole è l’imprinting dell’Animus, fecondazione del Divino nella nostra identità, attraverso il quale possiamo ascendere al Trono Celeste o discendere al Trono Terrestre, in una variazione di orizzonte che è determinato dalla nostra capacità di esternare l’unione tra l’Anima e l’Animus: è questo l’allineamento che cerchiamo.

Senza l’energia di Marte non avremmo potuto venire al mondo, incipt alla procreazione e alla sopravvivenza fino a diventare distruttore di noi stessi per l’eccessiva tensione che crea negli appetiti sessuali e di aggressività. Quel nutrimento di ogni forza celeste che è stata creata per l’equilibrio chimico e energetico della nostra esistenza, a cui possiamo attingere per sostenerci nell’armonizzazione con tutte le energie.

Sei nato con carenze e eccessi di energia che devi imparare a equilibrare per ottenere armonia e benessere. Non ricadere in altri eccessi, impara a governare i venti dell’esistenza.

Mercurio anima la mente e la consapevolezza, aiutando lo sviluppo della consapevolezza, la conoscenza e la capacità di capire ed essere capiti. Mercurio compie il suo cerchio in circa 60 giorni terrestri, con un movimento quindi molto veloce che rappresenta da un lato anche la superficialità con la quale è in grado di agire. E’ come un lampo: se sei in grado di coglierlo, avrai la tua ricompensa, diversamente dovrai attendere un nuovo momento di attivazione. Nell’ultimo periodo Mercurio sta compiendo un passaggio importante dal punto di vista della conoscenza. Verso il mese di Novembre nel segno del Sagittario aveva incontrato Saturno (Crono, il tempo) rivelando alcune situazioni storiche, dando un senso di “oscurità” alla comunicazione. Questo ha inciso fortemente sulla incapacità per i sostenitori del Si nell’ultima campagna politica ma soprattutto di Renzi, abile manipolatore che non ha ancora finito di rivelare la sua vera natura politica. Eravamo nel segno del Sagittario che punta alle stelle con la sua freccia, cercando nuove frontiere, nuovi territori in cui espandersi e portare la sua identità.

Nella seconda fase Mercurio incontra Plutone, il mondo della Morte (e della Rinascita), nel segno difficile del Capricorno. Durante i giorni di Natale questo transito ha portato grandi cambiamenti nella comunicazione di alcune persone che non sono di immediata visibilità, anche per il periodo festivo, ma che susciteranno un risveglio molto radicato in alcune persone. Perchè è importante questo transito? Durante questi giorni Mercurio ha ripreso il suo moto retrogrado (un rallentamento apparente rispetto all’orizzonte terrestre che lo fa ritornare indietro nella rappresentazione celeste), dando un profondo significato a questa fase insieme al moto di tutte le altre stelle fisse del firmamento.

Dal punto di vista personale il risveglio determina un forte cambiamento, scelte radicate che nel mese di marzo (3.3.2017) potrebbero portare a un momento di forte consapevolezza con reazioni non sempre pacifiche. Abbiamo l’innesco di qualcosa di importante, un momento che incendierà gli animi umani, anche di chi fin’ora non ha capito niente perchè distratto o alienato dalla realtà. Alcuni saranno portati a reagire contro il cambiamento con toni e modi di fare non moderate. E’ un innesco a cui non possiamo sottrarci ma possiamo prepararci, sottraendoci dal movimento di rimbambimento al quale gli strumenti di mass social media ci stanno sottoponendo con un’abitudine alla condivisione che non è reale ma virtuale e ci “costringe” a comunicare i nostri pensieri, abitudini, impressioni.

Ho sempre intuito quanto fosse diabolico il social che tenta di sottoporre gli individui a una sorta di classificazione umana che dovremmo temere anzichè adorare e desiderare. Ci va una grande maturità per usare e non essere usati da qualsiasi strumento, social o meno. La perversione dello strumento “social” è stato di analizzare l’indottrinamento che per anni TV e Cinema hanno fatto sulla mente umana. Oggi la Finanzia, le Banche, il Governo occulto possono analizzare il capitale umano e decidere come agire per trarne il miglior vantaggio. Sottrarsi da questa vivisezione è senza dubbio l’aspetto più importante anche se rappresenta la vera sfida di un’umanità che è sempre più dipendente dall’inutile e sempre meno consapevole dei reali bisogni a cui dovrebbe sottendere.

Per comunicare serve una profondità che possa raggiungere i livelli più sottili, dando e ricevendo, in un rapporto che non sia sempre uno a mille ma di conoscenza specifica, anche quando occasionale. E’ questo che ci rende umani e che illumina la nostra carne di consapevole identità.

Buona Energia.