La conoscenza va "mostrata"

I percorsi di apprendimento devono usare una procedura che guida gli individui a conoscere strumenti nuovi, con i quali possono giungere ad altra conoscenza.Il rischio è sempre quello che intervenga quella che viene definita come obesità concettuale che deriva dalla presenza di due fatti fondamentali.Da una parte deve esserci la presenza di una persona avidaContinua a leggere “La conoscenza va "mostrata"”

Il vantaggio della reazione

Riflettete prima di muovere un vostro pensiero verso un vostro dire o un fare, quale vantaggio porterà a voi subito e in un secondo tempo quel pensiero. Se non porta un vantaggio confermato (nel secondo tempo), allora è figlio della tensione nervosa o dell’impeto dell’emozione. Se non porta vantaggio neppure nell’istante in cui viene osservato,Continua a leggere “Il vantaggio della reazione”

Ascoltare

Lavorare sull’ascolto è un buon modo per lasciare andare, questo può essere un metodo per non focalizzare precisamente dentro di noi alcunchè.Se ascolti non sei in grado di trattenere perchè sei sempre concentrato su altro.L’importante è non ingigantire troppo le questioni personali ma neppure minimizzarle come invece si può tendere a fare per riequilibrare daContinua a leggere “Ascoltare”

Proiezioni del possibile

Questo tempo comincia con un nuovo avvento, un’energia potente in grado di trasformare il campo visivo nella primordiale trasformazione della materia. Stiamo parlando di materialità. Allora tutto quello che è tangibile perchè anche visibile, sarà trasformato nella sua essenza. L’energia giace sopra tutti e tutti sono stimolati nell’uso dell’energia e nella sua comprensione. Anche interiorizzataContinua a leggere “Proiezioni del possibile”